Pino Petruzzelli
Scrittore e attore, dopo gli studi presso l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico” di Roma, lavora per mettere la cultura al servizio di importanti cause sociali, andando a conoscere in prima persona le realtà che poi racconta. Fonda il Centro Teatro Ipotesi, che si occupa di temi legati al rispetto e alla conoscenza delle culture. La prima meta sono le riserve degli Indiani Pueblo in Nuovo Messico poi, per anni, attraversa le nazioni dell’area mediterranea vivendo come e con le persone che incontra. Conosce i principali artisti e intellettuali, ma anche la gente comune. Vive in case palestinesi e in case israeliane toccando con mano la fatica di vivere quel conflitto, dall’una e dall’altra parte. Dorme sotto lo stesso tetto di chi trascorre la propria vita nel deserto della sopravvivenza dove l’unica acqua disponibile è contaminata da fosfati. Conosce e frequenta l’attore algerino Rachid scampato ad un attentato terroristico in cui fu sterminata tutta la sua compagnia teatrale rea di aver rappresentato un testo scomodo. In Albania incontra chi ha conosciuto le torture e le prigioni del regime comunista di Enver Hoxha. Da questi viaggi nascono spettacoli in cui racconta la profonda umanità di chi è costretto a vivere situazioni difficili. Scrive “Piccolo viaggio lungo il Mediterraneo” e, con il giornalista Massimo Calandri, “Marocco”, “Albania” e “Il G8 di Genova”. Nel 2004 scrive “Grecia”, sulla vita dello studente Kostas Georgakis che si diede fuoco in una piazza di Genova per protestare contro il regime dei colonnelli e “Zingari: l’Olocausto dimenticato” (coprodotto dal Festival di Borgio Verezzi e trasmesso dalla trasmissione Terra! di Canale 5 e da Rai 3). Nel 2005, con Predrag Matvejevic’ e il giornalista di “La Repubblica” Massimo Calandri, scrive “Periplo Mediterraneo”, un testo che racconta la vita di chi, in un Mediterraneo tutt’altro che pacificato, vive sulla propria pelle gli orrori della grande Storia. Nel 2006 con “L’olocausto di Yuri” racconta le responsabilità che ebbero scienza e medicina durante il nazismo (anch’esso trasmesso da Terra!). Nel 2007 percorre l’Italia di chi vive lavorando la terra e, dagli appunti di quel viaggio, nasce lo spettacolo “Di uomini e di vini” (che diventa anche un libro) dedicato alla vita e alla fatica dei vignaioli. Nel 2008 mette in scena “Con il cielo e le selve” tratto dal libro “Uomini, boschi e api” di Mario Rigoni Stern. La cultura rom e sinta è l’ultima tappa di un’erranza iniziata vent’anni prima. A giugno 2008 esce il libro “Non chiamarmi zingaro”, edito da Chiarelettere e con prefazione di Predrag Matvejevic. Nel 2009 crea in collaborazione con Regione Liguria e Comunità di Sant’Egidio il “Primo Corso di Formazione Professionale per Operatori dello Spettacolo”, indirizzato a Rom e Sinti. In occasione della Giornata della Memoria 2009 mette in scena “Ritorno al lager” omaggio a Mario Rigoni Stern. Nel 2010 porta in scena, in prima nazionale, il testo “Storia di Tönle” di Mario Rigoni Stern. Nel 2011 debutta lo spettacolo “Io sono il mio lavoro” prodotto da Mittelfest. Nello stesso anno esce il libro “Gli ultimi” edito da Chiarelettere con prefazione di don Andrea Gallo.
Dal 2001 è direttore artistico del Festival teatrale “Tigullio a teatro” a Santa Margherita Ligure. Nel 2012 scrive e interpreta “L’ultima notte di Bonhoeffer” e “Chilometro zero” coprodotto dal Teatro Stabile di Genova. Nel 2013 scrive e interpreta “Sabbatico” coprodotto dal Teatro Stabile di Genova. Scrive sul giornale “Il Fatto Quotidiano” con un suo blog.

 
Paola Piacentini
E’ attrice, produttrice e direttrice artistica del Centro Teatro Ipotesi.
Nel 1987/88 ha lavorato con Aldo Trionfo in “Viva la Pace” e con Tonino Conte in “Nove volte Amleto”. In seguito fonda, insieme a Pino Petruzzelli, il Centro Teatro Ipotesi.
E’ stata protagonista, con la regia di Pino Petruzzelli, dei seguenti spettacoli:
“La Poltrona” di Natalia Ginzburg ('89); “Non era la Quinta, era la Nona” di Aldo Nicolaj ('90/'96); “Le Rossignol” tratto dall'opera lirica di Igor Stravinsky ('91); “Alterità” di Pino Petruzzelli ('92); “Caino” da George Gordon Byron ('92); “Concerto per voci e ombre” di Pino Petruzzelli ('93); “Un leggero malessere” di Harold Pinter ('94); “La vita non è un belvedere” di Aldo Nicolaj ('95); “Confidenziale” di Peter Shaffer ('96); “Razzisti” di Pino Petruzzelli ('97); “Una famiglia molto unita” di Aldo Nicolaj ('97); “Aprile a Parigi” di John Godber ('98).
Nel 1993 Realizza il documentario “Sulle tracce dei Pueblo” nelle riserve indiane del New Mexico e il museo delle culture “Uno Spazio per il Rispetto” a Genova (1994) e Ancona (1997).
Dal 1999 produce e distribuisce gli spettacoli del Centro Teatro Ipotesi, con la regia di Pino Petruzzelli: “Bacci Musso u cunta l'Amleto” di Pino Petruzzelli e con Mauro Pirovano ('00), “Piccolo viaggio lungo il Mediterraneo” di e con Pino Petruzzelli ('00), “Portraits: Marocco” di Pino Petruzzelli e Massimo Calandri ('01), Bacci Musso u cunta Romeo e Giulietta di Pino Petruzzelli e con Mauro Pirovano ('02), “Portraits: Albania” di Pino Petruzzelli e Massimo Calandri ('02), “Gracias Mexico” di Pino Cacucci ('02), “Vicini” di Pino Petruzzelli con Laura Marinoni, Mauro Pirovano e Pino Petruzzelli('02), “Il G8 di Genova” di Massimo Calandri e Pino Petruzzelli ('03), Bacci Musso u cunta Pierino e il lupo di Pentema di Pino Petruzzelli e con Mauro Pirovano ('03), “Zingari: l'olocausto dimenticato” di e con Pino Petruzzelli ('04) (coprodotto dal Festival di Borgio Verezzi e trasmesso dalla trasmissione Terra! di Canale 5 e da Rai 3), “Il grande tuffatore e altre storie meravigliose” di Pino Petruzzelli con Dario Apicella, Carla Peirolero e Mauro Pirovano, ('04), “Il viaggio di Fabrizio De André” con Pino Petruzzelli e Mauro Pirovano ('04), “Portatrits: Grecia” di Pino Petruzzelli ('04), Bacci Musso u cunta Cristoforo Colombo di Pino Petruzzelli e con Mauro Pirovano ('05), “Periplo Mediterraneo” di Pino Petruzzelli, Predrag Matvejevic' e Massimo Calandri (‘05), “Storie di uomini e di vini” di e con Pino Petruzzelli ('06), “L'olocausto d Yuri” di e con Pino Petruzzelli ('07), “Con il cielo e le selve” di Mario Rigoni Stern e con Pino Petruzzelli ('08), “Ritorno al lager” di Pino Petruzzelli e Mario Rigoni Stern ('09), “Non chiamarmi zingaro” di e con Pino Petruzzelli ('09) coprodotto dal Teatro Stabile di Genova, “Storia di Tönle” di Mario Rigoni Stern e con Pino Petruzzelli ('10)
“L'ultima notte di Bonhoeffer” di e con Pino Petruzzelli ('11), “L'uomo che raccoglieva bottiglie” di e con Pino Petruzzelli ('11). Dirige gli eventi e le manifestazioni realizzati dal Centro Teatro Ipotesi, in particolare i Festival: Ponente in Teatro a Sanremo (dal 1998 al 2005), Tigullio a Teatro a Santa Margherita Ligure (dal 2001 al 2014) e Radici a Bordighera (2014). E’ aiuto regista degli spettacoli “Chilometro Zero” e “Sabbatico” di e con Pino Petruzzelli coprodotti dal Teatro Stabile di Genova. E’ voce narrante ne “L’uomo che raccoglieva bottiglie” di e con Pino Petruzzelli prodotto dal Teatro Stabile di Genova.

 

COMPAGNI DI VIAGGIO
 
Mauro Pirovano
Attore proveniente da una lunga esperienza teatrale con il Teatro Stabile di Genova e il Teatro dell’Archivolto, è fondatore del gruppo Broncoviz, con i quali ha partecipato alle trasmissioni TV: Avanzi, Tunnel e Hollywood Party su RAI 3.
E' stato uno dei protagonisti dei serial TV: “Un medico in famiglia” su RAI 1, "Compagni di scuola" su RAI 2 e “Un posto tranquillo” su RAI 1, ed è stato ospite fisso della Gialappas a “Mai dire lunedì” su Italia 1. Per il cinema lavora con Pasquale Pozzessere, Marcello Cesena, Enrique Goldman, Ken Loach, Ale e Franz.
Con "Amleto", "Romeo e Giulietta", "Vicini", "Pierino e il lupo di Pentema", “Cristoforo Colombo” e “Il viaggio di Fabrizio De André’” torna al teatro con la produzione del Centro Teatro Ipotesi e la regia di Pino Petruzzelli.

 
Laura Marinoni
E’ una delle principali attrici protagoniste della scena teatrale italiana, è stata diretta dai più grandi registi, due fra tutti: Giorgio Strehler e Luca Ronconi al Piccolo Teatro di Milano.
E’ vincitrice è vincitrice del premio “Flaiano”, del premio “Eleonora Duse” e del “Veretium”.
Diretta da Pino Petruzzelli è la grande interprete degli spettacoli “Vicini” e “Zingari:l’olocausto dimenticato”.

 
Predrag Metvejevic’
Grande voce della mitteleuropa e intellettuale di primissimo piano, Matvejevic’ è professore all’Università di Zagabria e alla Sorbona, insegna attualmente alla Sapienza di Roma e al Collège de France. Tra le sue opere (edite da Garzanti) Epistolario dell’altra Europa (1992), Mondo “ex” (1996), I signori della Guerra (1999), L’altra Venezia (Premio Strega Europeo 2003) e Breviario Mediterraneo (2004), giunto alla quinta edizione. E’ Presidente del Comitato Internazionale della Fondazione Laboratorio Mediterraneo di Napoli, vice presidente dell’Associazione mondiale degli scrittori, consulente per il Mediterraneo del Group de Sages de la Commission Européenne sur le Dialogue entre le Peuples et les Cultures dans l’Espace euroméditerranéen e membro del World Political Forum di Michail Gorbaciov.
E’ stato nominato da Romano Prodi consulente per le problematiche mediterranee per la Commissione Europea.

 
Massimo Calandri
Giornalista de La Repubblica, collabora con gli inserti: D, Il Venerdì, Affari & Finanza, con l'Espresso e con MicroMega. Scrive testi per programmi Rai e Mediaset. Nel mondo lavora presso, il settimanale d'inchiesta Maroc Hebdo International e il quotidiano economico L'Economiste a Casablanca (Marocco), il settimanale francese Jeune Afrique e l’Esquire (Usa).
 
Pino Cacucci
Scrittore la cui opera, spesso incentrata sul Messico, è interamente pubblicata da Feltrinelli.
Dal suo libro “Puerto Escondido” Gabriele Salvatores ha tratto il film omonimo.

 
Carla Peirolero
Attrice storica dal Teatro della Tosse che vanta numerosi spettacoli in cui è stata diretta da Carlo Cecchi, A Genova realizza il progetto multiculturale “Suq”.
 
Luigi Viva
Esordisce nel 1989 con “Pat Metheny. La biografia, lo stile, gli strumenti” (Franco Muzzio Editore), volume tradotto in Francia da Filipacchi nella collana di Jazz Magazine e di recente riproposto nella nuova edizione “Pat Metheny. Una chitarra oltre il cielo” (Editori Riuniti 2003). Nel 2000 ha pubblicato “Non  per un dio ma nemmeno per gioco. Vita di Fabrizio De André” (Feltrinelli) giunto all’undicesima edizione.
E’ socio fondatore della Fondazione Fabrizio De André.

 
Dario Apicella
Attore che si è formato con il Centro Teatro Ipotesi.
 
Ylljet Alicka
Autore e sceneggiatore albanese vincitore del “Prix de la Jeunesse”al Festival del Cinema di Cannes col film “Slogan”.
 
Paolo Pezzi
Sassofonista che vanta collaborazioni con Ray Charles, Steve Coleman e Katia Ricciarelli.
 
Etrita Ibrahimi
Pianista, figlia del maggiore compositore classico albanese, gira l’Europa suonando le composizioni per piano del padre.
 

TECNICI LUCI E AUDIO
Francesco Ziello
Paolo Vannini
Alessandro Sussi

 

ASSISTENTE ALLA REGIA
Lidia Giannuzzi